Servizio Nazionale Sorveglianza

Brillante operazione delle G.P.G. dell’ Ekoclub International

La collaborazione  tra  L’Ekoclub di Mercogliano ed il Comune di Summonte (AV) registra i suoi primi ed importanti risultati, in particolar modo per le attività di vigilanza per la tutela del patrimonio boschivo. Infatti, nella giornata del 1 novembre, le guardie ambientali Ciro Gimmelli, Carbone Marianna, Capriolo Bruno e Dario Carbone , nel normale servizio di controllo del territorio sventavano un furto di faggi nel cuore del Parco Regionale del Partenio. Gli stessi oltre a sventare il furto  che si stava perpetrando, hanno allertato i Carabinieri Forestali della Stazione di Cervinara(AV) che a loro volta  hanno provveduto al sequestro di un fuoristrada , che con molta probabilità sarebbe servito al trasporto della legna, unitamente ad arnesi atti al taglio. L’attività di prevenzione che le  Guardie Volontarie dell’ Ekoclub International  effettuano in tante zone del paese è sicuramente da elogiare, in quanto operano per lo più gratuitamente ed in condizioni di pericolosità, trovandosi spesso in presenza di pregiudicati, senza essere muniti di alcun tipo d’arma per difendersi, se non solo la forte  passione per la natura.

 

Matteo Gimmelli

Castel San Pietro (BO) Laghetto Scardovi

EKOCLUB ALLE PRESE CON I SILURI

“Il mostro del lago non fa così paura, almeno fino a quando ci saremo noi”. Non si parla

chiaramente del mostruoso animale che, secondo la leggenda,si nasconderebbe nel lago scozzese di

Loch Ness, ma dei pesci siluro (Silurus glanis) che popolano – e questo è certo – il laghetto

Scardovi di viale Terme. “Sono animali immessi dall’uomo, che possono seriamente danneggiare

l’ecosistema ittico dello specchio d’acqua”. A parlare Aldo Brusa, presidente di Ekoclub, che ha in

gestione il parchetto. Dopo una segnalazione di residenti della presenza di pesci di notevoli dimensioni

Ekoclub Interational ha fatto un sopralluogo riscontrando che effettivamente era invasa da pesci Siluro

 (taluni raggiungono i 60 chili il peso).

I volontari dell’Ekoclub, in possesso di una licenza per arginare il fenomeno creato (da immissioni

non controllate) hanno dato vita ad un’ iniziativa finalizzata a pescare il Siluride anziché svuotare

il lago così da tenerne sotto controllo la popolazione e non dover sopportare i costi di svuotamento

del stesso lago.