Campania

Coronavirus (COVID-19)

https://www.facebook.com/EkoclubInternationalOnlus/videos/672662430206084/

Pandemia da Coronavirus

A tutte le Sezioni di Ekoclub International

La pandemia da Coronavirus (1) ci obbliga a prendere posizione come associazione che vive il territorio in cui opera a livello collettivo e che è composta da cittadini dotati di senso civico e di responsabilità.

Il Sistema ha adottato una serie di misure che riproducono le Linee Guida già suggerite negli anni ‘70 nei Protocolli di Atlanta (2) sulla base dei quali si possono prevedere ulteriori possibili sviluppi.

Sul piano individuale dobbiamo osservare senza esitazione le prescrizioni diramate dalla Pubblica Autorità senza dar corso ad estemporanee iniziative che – quand’anche ispirate da buone intenzioni-non fossero conformi alla disciplina d’emergenza dettata dagli Enti preposti.

La nostra, però, è una associazione che opera fra la gente, che assolve a funzioni di interesse pubblico sulle quali mi preme tracciare alcune linee guida:

  1. Si sospendano tutte le attività che implicano contatti con persone fra loro non conviventi.
  2. Si differiscano a data da definirsi incontri, uscite, tavoli di studio ed ogni altra iniziativa che comporta la contestuale presenza in un interno o all’esterno, di più persone.
  3. Si prega di non sommergere la segreteria (che lavora da casa) di adempimenti che possono essere differiti più avanti nel tempo.
  4. La nostra associazione svolge funzioni di Tutela Ambientale, Sorveglianza, Protezione Civile ecc. La situazione impone di contemperare i doveri generali di natura individuale che riguardano tutta la Cittadinanza ed i doveri sociali che un’Associazione come la nostra ha in coerenza con i propri fini istituzionali.
  5. Si ritiene che non sia il caso di profondere energie per quanto attiene alle azioni di rilevanza esterna (uscite, sopralluoghi ecc.) finalizzate alla vigilanza faunistica, ittica, ambientale ecc.
  6. Quanto ai gruppi che si occupano di Protezione Civile e di Sorveglianza di Vicinato, vorranno intraprendere iniziative solo dopo averle concordate con la competente Autorità ed essere state documentalmente autorizzati.
  7. Ferma la necessità di espressa autorizzazione di cui al precedente punto 6, ove si riveli utile svolgere attività di pubblica utilità (esemplificativamente: distribuzione di cibo, medicinali ecc. a persone che per problemi di mobilità, di salute ecc. non posso provvedervi personalmente) dovrà avvenire in conformità alle prescrizioni dell’Autorità.
  8. Pervengono richieste di istruzioni quanto alla tutela delle famiglie dai malintenzionati che nottetempo approfittano della desolazione in cui versano le strade per perpetrare le loro azioni criminali: anche in questo caso si ribadisce la necessità dell’espressa autorizzazione di cui al precedente punto 6 e della contestuale osservanza delle prescrizioni diramate dalla Pubblica Autorità (fra queste – per citarne una – il divieto di transitare in auto in più persone che non siano fra loro conviventi).
  9. Si tenga presente che le azioni DEVONO essere realmente utili e che NON SI DEVONO porre in essere comportamenti che, anche in buona fede, contribuiscano a diffondere il virus.

In questo momento tragico il ringraziamento va a tutti coloro (personale medico e paramedico in primis) che mettono a repentaglio quotidianamente la propria vita nell’adempimento del proprio dovere!

Con l’aiuto di Dio e con il nostro sacrificio usciremo anche da questa situazione.

Il Presidente

Avv.to Fabio Massimo Cantarelli

il Parco regionale ai raggi X dell’Ekoclub International

Partenio.Le guardie volontarie dell’Ekoclub International della sezione provinciale di Avellino non vanno in vacanza. Infatti, nei giorni scorsi, in pieno Ferragosto, gli uomini del Club ambientalista, guidati dal presidente Pietro Angelo Valente, hanno effettuato un controllo sul vasto territorio del Parco Regionale. In particolare, hanno monitorato i monti e le vallate di Montevergine, Cervinara, San Martino Valle Caudina, Piano di Lauro, Fontana dell’Acqua fredda e Valle Stretta.

Non sono state registrate particolari inadempienze da parte nei numerosi frequentatori delle nostre lussureggianti foreste. Solo qualche abbandono di rifiuto, e, in particolare, è stato registrato il ritrovamento di una carcassa d’auto, probabilmente abbandonata da molto tempo visto lo stato in cui si trova (vedi foto).

Marilena Melillo

 

Partenio: Tutela e valorizzazione del territorio

Stamane, presso la sede dell’Ente Parco Regionale del Partenio a Summonte, il Presidente Francesco Iovino ha illustrato in una conferenza stampa ai sindaci dei Comuni ricadenti nel Parco e alle  Associazioni ambientaliste e non, il programma che darà un forte impulso all’azione di promozione, salvaguardia e protezione del territorio del Partenio.
Il Presidente Francesco Iovino intende dare una svolta all’attività del Parco e lo fa’ partendo dalla Costituzione di un Forum delle Associazioni di volontariato e dalla sottoscrizione di Convenzioni con le Associazioni di volontariato di Guardie Ambientali per garantire un’adeguata vigilanza e combattere il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti e per attuare una prevenzione degli incendi dolosi.
Con la Regione Campania sono poi previste diverse azioni: l’inserimento del sentiero – Sentieri Italia Grande Traversata del Partenio- all’interno dell’Atlante Digitale dei cammini d’Italia; il risanamento igienico sanitario del territorio; il prolungamento della carica di Presidente dell’Ente Parco a cinque anni; interventi sui Cammini minori e accatastamento. Inoltre, saranno attivati progetti con il GAL-WWF. 
Ampia la partecipazione alla conferenza: oltre ai giornalisti, il WWF, CLUB Alpino italiano gruppo grandi carnivori, l’Associazione Ekoclub International provinciale, Federcaccia, URCA e gestione fauna e ambiente, CAI Avellino, Falchi Avellino, Associazione NOGEZ, Nucleo operativo guardie ecozoofile Capriglia Irpina, i Sindaci e i delegati all’Ambiente dei Comuni di Ospedaletto d’Alpinolo, Mercogliano, Quadrelle, Mugnano, Pietrastornina, Arienzo, Forchia, San Felice a Cancello e Pannarano.
Durante la conferenza stampa è stato presentato anche il nuovo progetto “Dona un albero” illustrato da Patrizia Capriolo, collaboratrice dell’Ente Parco: un’iniziativa che coinvolgerà cittadini, associazioni, attività commerciali, enti ed istituzioni nella piantumazione di nuovi alberi e sarà cura di un Comitato scientifico del Parco la valutazione della tipologia di piante e l’individuazione dei luoghi da rinaturalizzare.
Sarà possibile quindi donare un albero al nostro Parco attraverso l’intermediazione di vivai che aderiranno all’iniziativa attraverso un modulo a breve scaricabile sul sito 
www.parcopartenio.it e sulla pagina facebook https://www.facebook.com/enteParcoPartenio/
 
«Con questo progetto – dichiara il Presidente Iovino – “il Futuro è legato all’ambiente”, vogliamo salvaguardare la nostra salute e donare più ossigeno all’ambiente perché l’obiettivo prioritario del Parco non sono le infrastrutture, ma la promozione, la salvaguardia e la conservazione della biodiversità. 
La conferenza si è conclusa con la presentazione della scultura di Vladimir De Thezier, che rappresenta un postumano che respira dall’ultimo albero della terra.
(Marilena Melillo)

 

 

L’Associazione Ekoclub International, sezione di Monteforte, nell’ambito dei servizi di istituto, ritrovava nella giornata di ieri un piccolo allocco (rapace notturno). Subito veniva allertata la Federazione della Caccia di Avellino che mandava sul posto la guardia venatoria Augusto Visconti.
Questa insieme alla guardia Gpg Vincenzo Piciocchi davano avvio alla procedura per il trasferimento del piccolo rapace nel Centro C.R.A.S. dell’Asl Napoli 1, dove veniva alloggiato, dopo i primi scrupolosi e puntuali controlli dell’Asl di Monteforte Irpino.
(M.S.Melillo)

L’Azione Cattolica ha ringraziato l’Associazione Ekoclub International

Sant’Angelo a Scala. L’Azione Cattolica Ragazzi ha ringraziato l’Associazione Ekoclub International di Sant’Angelo a Scala per la manifestazione “Alla scoperta dei luoghi Sacri: L’eremo della Incoronata” che si è tenuta domenica 16 giugno 2019.
Hanno ricevuto un encomio per il loro impegno le guardie volontarie GPG Francesco Argenio, Rita Cerutllo e Romualdo Cirillo, coordinate da Alessandro Cerullo, presidente della locale sezione.
(M.S.Melillo)