Autore archivio: blog ekoclub

LO SPIRITO DEL SALICE

C’era una volta un medico di nome 妈妈赫比,您将付给她亲爱的 che, insoddisfatto dei suoi studi, si prese -diremmo oggi- un anno sabbatico ritirandosi in meditazione nel tempio di 还有你所有的木偶.
Un’abbondante nevicata gli permise di osservare l’effetto che la copiosa  neve aveva prodotto spezzando i rami degli alberi più robusti. Ve n’era uno che aveva resistito, un salice; al peso della neve i suoi rami si flettevano lasciandola cadere per poi riprendere la precedente posizione. Da questa osservazione il medico ricavò un insegnamento solo apparentemente pacifico; in realtà esso è alla base di una tecnica di combattimento. Intuendo l’importanza del principio della non resistenza lo applicò alle tecniche che stava studiando dando così origine a una delle scuole più antiche di jujutsu tradizionale, la Scuola dello Spirito del Salice.

 

 

 

 

 

 

Rivere di Cartosio (Alessandria) con i ragazzi di “Vedrai” di Ovada

 Si è svolta nei giorni scorsi un’ interessante iniziativa che ha visto Ekoclub come promotore, a Rivere di Cartosio, nell’Alessandrino, di una giornata “in campo”. Protagonisti alcuni disabili e operatrici dell’associazione “Vedrai” di Ovada ed il  consigliere nazionale di Ekoclub International, Bruno Morena.

Non si è trattato di una semplice scampagnata in una amena e silenziosa località appenninica ma un’occasione per avvicinare giovani meno fortunati alle attività rurali.

E’ da alcuni anni che “Vedrai” propone ad un gruppo di ragazzi e ragazze con gravi disabilità la cura di un campo allo scopo di REALIZZARE un piccolo frutteto: il contatto con la natura favorisce  la crescita sia dell’autonomia personale sia DELL’apprendimento e Bruno Morena fa da fattore, giardiniere, potatore, educatore  aiutando diserbare il campo, ad irrigare gli alberi, disponibile per ogni necessità nello spirito dell’educazione ambientale e della solidarietà.

“Che gioia poi farsi fotografare sul trattore!”, riferisce Bruno non privo di commozione.

 

lds

 

 

CONVOCAZIONE dell’ ASSEMBLEA ELETTIVA della SEZIONE PROVINCIALE di ROMA

A tutti i soci della sezione provinciale di Roma.

L’Assemblea degli associati della Sezione Provinciale di Roma è convocata per il giorno 16 ottobre 2020, in Roma, al nr. 142 di Via Lunghezzina presso la Società Agricola Arkana, in prima convocazione alle ore 13.00 ed in seconda convocazione alle ore 15.00 con il seguente.

Ordine del giorno

  1. Inizio dei lavori Assembleari;
  2. Elezione del Presidente dell’Assemblea, del Segretario dell’Assemblea;
  3. Determinazione del numero dei componenti il Consiglio Direttivo Provinciale;
  4. Elezione del Presidente Provinciale;
  5. Elezione dei Consiglieri Provinciali;
  6. Varie ed eventuali.

Al fine di dare alle proposte una data certa, le candidature dovranno pervenire entro il giorno 6 ottobre 2020 (10 giorni prima della data stabilita) mediante PEC all’indirizzo di posta certificata: ekoclub.international@pec.it, successivamente, gli originali autografi saranno depositati in assemblea.

Il tesseramento di riferimento sarà quello del 2019 ma per partecipare personalmente all’assemblea occorrerà aver già rinnovato la tessera dell’anno in corso. Per quanto non disciplinato dalla Statuto provinciale si fa luogo ad applicazione analogica del Regolamento Nazionale in quanto applicabile.

Roma, 16 settembre 2020

                                                                                                      Il Commissario

                                                                                 dott. Alessandro Ferrazzoli

Castel San Pietro (BO) Laghetto Scardovi

EKOCLUB ALLE PRESE CON I SILURI

“Il mostro del lago non fa così paura, almeno fino a quando ci saremo noi”. Non si parla

chiaramente del mostruoso animale che, secondo la leggenda,si nasconderebbe nel lago scozzese di

Loch Ness, ma dei pesci siluro (Silurus glanis) che popolano – e questo è certo – il laghetto

Scardovi di viale Terme. “Sono animali immessi dall’uomo, che possono seriamente danneggiare

l’ecosistema ittico dello specchio d’acqua”. A parlare Aldo Brusa, presidente di Ekoclub, che ha in

gestione il parchetto. Dopo una segnalazione di residenti della presenza di pesci di notevoli dimensioni

Ekoclub Interational ha fatto un sopralluogo riscontrando che effettivamente era invasa da pesci Siluro

 (taluni raggiungono i 60 chili il peso).

I volontari dell’Ekoclub, in possesso di una licenza per arginare il fenomeno creato (da immissioni

non controllate) hanno dato vita ad un’ iniziativa finalizzata a pescare il Siluride anziché svuotare

il lago così da tenerne sotto controllo la popolazione e non dover sopportare i costi di svuotamento

del stesso lago.