Archivio mensile: Novembre 2020

Più mascherine che meduse nei nostri mari: la nuova emergenza

In questi giorni sta facendo scalpore la notizia di alcuni volontari inglesi che sulle spiagge britanniche, una volta incontaminate, stanno rinvenendo  un’enorme quantità di guanti, mascherine e altri rifiuti riconducibili al coronavirus. In particolare  la biologa marina Emily Stevenson lancia sui social media un accorato allarme   invitando tutti a rispettare l’ambiente, gettando questi rifiuti negli appositi contenitori e non per strada o sulla sabbia. Questi dispositivi di sicurezza secondo uno studio del Dipartimento per l’Ambiente marino del Servizio sanitario pubblico federale belga, se lasciati in mare, impiegheranno circa 450 anni per degradarsi, senza contare il pericolo che rappresentano per le creature marine che potrebbero inghiottirli facilmente, rischiando la morte. Vogliamo ribadire con fermezza che  le  mascherine e tutti quei dispositivi di protezione individuale sono necessari per contenere il più possibile il contagio da Coronavirus. Quando però abbiamo finito di utilizzarli, dobbiamo avere l’atteggiamento corretto di smaltirli  nella giusta maniera o tra qualche anno avremo più mascherine che meduse nei nostri mari.

Matteo Gimmelli

Brillante operazione delle G.P.G. dell’ Ekoclub International

La collaborazione  tra  L’Ekoclub di Mercogliano ed il Comune di Summonte (AV) registra i suoi primi ed importanti risultati, in particolar modo per le attività di vigilanza per la tutela del patrimonio boschivo. Infatti, nella giornata del 1 novembre, le guardie ambientali Ciro Gimmelli, Carbone Marianna, Capriolo Bruno e Dario Carbone , nel normale servizio di controllo del territorio sventavano un furto di faggi nel cuore del Parco Regionale del Partenio. Gli stessi oltre a sventare il furto  che si stava perpetrando, hanno allertato i Carabinieri Forestali della Stazione di Cervinara(AV) che a loro volta  hanno provveduto al sequestro di un fuoristrada , che con molta probabilità sarebbe servito al trasporto della legna, unitamente ad arnesi atti al taglio. L’attività di prevenzione che le  Guardie Volontarie dell’ Ekoclub International  effettuano in tante zone del paese è sicuramente da elogiare, in quanto operano per lo più gratuitamente ed in condizioni di pericolosità, trovandosi spesso in presenza di pregiudicati, senza essere muniti di alcun tipo d’arma per difendersi, se non solo la forte  passione per la natura.

 

Matteo Gimmelli