Ekoclub partecipa al più grande progetto europeo di conservazione della specie. L’Ibis eremita.

L’Ibis eremita è una specie migratoria che popolava le prealpi adattandosi a climi rigorosi. Ma già in autunno cominciavano a manifestare irrequietezza e dal Nord prendevano il volo verso le aree di svernamento.

Un processo naturale e guidato dall’esperienza dei soggetti più anziani che “insegnavano” la strada ai più giovani. Poiché ormai da circa 400 anni in Europa non ci sono più ibis eremita in grado di migrare, questo tipo di informazione non è più stata trasmessa. Ecco quindi che il progetto europeo “Reintroduction of the Northern  Bald Ibis in Europe” si pone l’obiettivo della reintroduzione, come specie migratrice in Europa, dell’Ibis eremita (Geronticus eremita) quale specie in grave pericolo di estinzione.

Sono otto i partner di tre diversi paesi (Austria, Germania ed Italia) che sono coinvolti nel progetto.  L’obiettivo è quello di stabilire delle colonie riproduttive presso Burghausen/Baviera, Kuchl/Salisburgo ed Überlingen/Baden- Württemberg, con in comune un’unica area di svernamento situata in Toscana (Oasi WWF della Laguna di Orbetello).

Nel 2019, stando agli obiettivi progettuali, sarà di 120 soggetti la popolazione di uccelli allevati e addestrati.

Ekoclub ha aderito all’iniziativa “Accompagniamo la migrazione dell’Ibis Eremita” impegnandosi sia nella sensibilizzazione dell’opinione pubblica nel progetto di reintroduzione sia nelle attività di monitoraggio e tutela della specie durante la fase di migrazione.

A darne notizia sono stati il Past President Ekoclub International Prof. Mario Spagnesi e il coordinatore Ekoclub Veneto Vito Sindaco. “Nel 2014 ha avuto inizio – scrivono i dirigenti di Ekoclub – il progetto di reintroduzione in Europa dell’Ibis eremita, una specie  navigatrice estinta in Europa nel XVII secolo. I paesi coinvolti nel progetto sono Austria,  Germania e Italia. Il fine del progetto è quello di creare tre colonie di Ibis nella Germania meridionale ed in Austria, le quali abbiano in comune la rotta migratoria verso l’area di svernamento nella Laguna di Orbetello. I pulcini nati presso uno zoo in Austria sono stati allevati a mano dall’uomo e poi addestrati a seguire in volo un deltaplano fino all’area di svernamento della Laguna di Orbetello. Ekoclub International ha aderito all’iniziativa “Accompagniamo la migrazione dell’Ibis Eremita” impegnandosi sia nella sensibilizzazione dell’opinione pubblica nel progetto di reintroduzione sia nelle attività di monitoraggio e tutela della specie durante la fase di migrazione.”  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + 3 =